test

Biodinamica

Cipolla biodinamica

Le tecniche biologiche biodinamiche si rifanno alla filosofia (antroposofia) di Rudolf Steiner (Austria-Ungheria, oggi Croazia 1861- Svizzera 1925) ideatore peraltro del noto metodo pedagogico steineriano.

L’approccio biodinamico all’agricoltura prevede la diversificazione e rotazione delle culture, conoscenza della terra e delle migliori associazioni fra le piante, un’attenta osservazione dei moti dei pianeti per scandire i calendari di lavoro, una particolare attenzione alla fertilita’ e vitalita’ del terreno e quindi l’arricchimento attraverso il compost (terriccio ricco d’humus) e dei preparati biodinamici.

Terra, acqua, aria, piante, animali e uomo che convivono nell’azienda agricola sono considerati un unico organismo vivente da mantenere in equilibrio fra loro, con le forze della natura e con un “determinato ordine cosmico”.

I prodotti derivati da produzioni biodinamiche, si contraddistinguono, oltre ad essere prodotti in modo totalmente organico/biologico, per essere stati prodotti in una terra particolarmente ricca, sia da un punto di vista chimico fisico, che energetico spirituale, e in un sistema produttivo in equilibrio con le forze della natura.

Un modello di produzione, a nostro giudizio, probabilmente piu’ equo e sostenibile, per la natura, l’uomo e la societa’, e un prodotto di qualita’ superiore.

Per chi volesse approfondire il tema qui drasticamente sintetizzato, trova di seguito alcuni indirizzi:
biodinamica.org
Rudolfsteiner.it/biodinamica
Demeter.it
Repubblica.it articoli sulla biodinamica
Esempio di preparato biodinamico cornoletame

L’associazione piu’ diffusa per la certificazione biodinamica si chiama Demeter, da Demetra dea greca della fertilita’.